Biblioteca Comunale

Indirizzo: Piazza XX Settembre, 1

Telefono e Fax 0425-778346

mail: bibliogavello@comune.gavello.ro.it

ORARI DI APERTURA

  • LUNEDI’           21:00 ÷ 22:30 apertura al pubblico gestita dal volontariato

  • MARTEDI’        16:30 ÷ 18:30

  • MERCOLEDI’  10:30 ÷ 12:30

  • GIOVEDI’         16:30 ÷ 18:30

  • VENERDI’        10:30 ÷ 12:30

 

La Biblioteca di Gavello è stata fondata il 5 marzo 1974 con deliberazione prot. 634-5 del Consiglio Comunale; il Comitato è composto di n. 9 persone, come prevede lo Statuto della Biblioteca, cinque membri espressione del Consiglio Comunale con la nomina di un rappresentante della minoranza, quattro membri risultanti quali primi quattro eletti da utenti della Biblioteca regolarmente iscritti da almeno un anno e che abbiano compiuto il quattordicesimo anno di età. L’attività primaria della Biblioteca è quella di organizzare, mantenere e rinnovare periodicamente il patrimonio librario, ascoltare le esigenze degli utenti per ciò che riguarda il prestito libri, le ricerche scolastiche e il supporto per l’utilizzo delle postazioni multimediali, per l’accesso a internet e la videoscrittura, compito che spetta in primis alla figura del Bibliotecario, supportata attivamente dai componenti del Comitato di Gestione, nella gestione delle aperture della Biblioteca al pubblico. Inoltre il Comitato di Biblioteca coordina attività a carattere socio – culturale e promozione della cultura rivolta al paese di Gavello e i paesi limitrofi, monitorando le esigenze della popolazione per proporre iniziative in linea con le richieste.

2015: RINNOVO DEL COMITATO DI GESTIONE DELLA BIBLIOTECA

Nel 2015 il Comitato di Gestione della Biblioteca Comunale di Gavello è stato rinnovato. Come prevede lo Statuto, esso è costituito da cinque membri, espressione del Consiglio Comunale con la nomina di un rappresentante della minoranza, più quattro membri risultanti fra i primi quattro eletti dagli utenti della Biblioteca regolarmente iscritti da almeno un anno.

EVENTI DELLA BIBLIOTECA

EVENTI 2018

scavi-metanodottoVENERDI’ 21 SETTEMBRE Comune e Biblioteca Comunale di Gavello, Sistema Bibliotecario Provinciale e Centro Polesano di Studi Storici Archeologici Etnografici hanno organizzato una conferenza per raccontare ciò che è sorprendentemente emerso durante gli scavi effettuati per la realizzazione del metanodotto: storie sepolte nella campagna di Gavello.

Dal 27 MAGGIO al 3 GIUGNO la Biblioteca Comunale ha allestito la mostra fotografica “RICORDANDO GAVELLO: LE SCOLARESCHE E I GRUPPI CULTURALI E DI VOLONTARIATO”. Sono state raccolte presso le famiglie di Gavello, molte foto che ritraggono scolaresche a partire dagli anni ’20. Attraverso le immagini si è potuto così ricordare anche i maestri che nei decenni hanno insegnato ai bambini di Gavello.

gabbrisVENERDI’ 27 APRILE la Biblioteca Comunale ha organizzato un evento-omaggio a Gabbris Ferrari, poliedrico ed affermato artista polesano, ripercorrendo la sua produzione che ha interessato diversi ambiti artistici. La moglie Mary ha introdotto la serata sottolineando in particolare il legame con il paese di Gavello, paese in cui la Sig.ra Mary ha vissuto fino ai primi anni successivi l’alluvione del 1951, e al quale è rimasta sempre legata. E’ stati poi ricordato il Gabbris pittore con la proiezione di un breve video dove l’artista spiega alcune sue opere e con l’esposizione di 18 splendidi bozzetti ispirati dalla sua vita familiare. Gli attori Giuliano Scaranello e Antonia Bertagnon infine hanno dato uno spaccato della produzione teatrale dell’artista, con gli interventi musicali del pianista Luca Bertasi e del violoncellista Sami Karbik.

guidettiSABATO 24 MARZO presso la Sala Civica, il Comune di Gavello e la Biblioteca Comunale hanno ospitato il M° Franco Guidetti che ha suonato la famosa chitarra a 6 e 7 manici di sua invenzione. Un viaggio musicale all’ascolto delle composizioni di un musicista ecclettico e curioso.

 

ilfiumeLUNEDI’ 22 GENNAIO presso la Biblioteca Comunale, in occasione della giornata della memoria si è tenuto un incontro con Maria Chiara Fabian sul tema “I giusti tra le nazioni”. L’associazione “Il Fiume” ha raccontate storie di persone conterranee che all’epoca hanno compiuto gesti di umanità capaci di salvare molte vite.

EVENTI 2017

21458133_1661990233824996_8112199637641554015_oDOMENICA 17 SETTEMBRE il Comitato di Gestione della Biblioteca ha organizzato una biciclettata “culturale” per le strade di Gavello. Ad accompagnare il gruppo una guida esperta del territorio gavellese, il dott. Raffaele Peretto che ha fatto scoprire ai partecipanti le curiosità storiche delle varie località quali i Dossi, l’argine dei frati e i territori circostanti.

 

loc-mostra-san-bedaSABATO 8 SETTEMBRE presso la Sala Parrocchiale S. Beda J. è stata inaugurata la mostra documentaria “Sulle tracce di San Beda Junior” allestita a cura della Biblioteca del Seminario di Rovigo con l’adesione degli Antichi Beni Originari di Grignano. L’iniziativa è stata realizzata grazie alla collaborazione della Biblioteca Comunale di Gavello e della Parrocchia. Presenti alla serata gli esperti Adriano Mazzetti, Raffaele Peretto e Mons. Giuseppe De Stefani che hanno saputo affascinare il pubblico presente raccontando  le vicende del monaco, poi proclamato santo, vissuto a Gavello fra l’anno 875 e l’anno 883. L’occasione è stata proficua per raccontare anche l’antica Gavello, i corsi d’acqua ormai scomparsi e le trasformazioni che il territorio ha subìto in secoli di storia.

immagine1Da VENERDI’ 26 MAGGIO a DOMENICA 11 GIUGNO 2017 presso la Biblioteca Comunale di Gavello è stata presentata la mostra fotografica retrospettiva “Ricordando Gavello: commercio, artigianato e attività produttive del passato” organizzata dal Comitato di Gestione. La mostra ha avuto come obiettivo quello di riscoprire il paese di Gavello attraverso le immagini delle diverse attività che si sono succedute nel territorio comunale. Un modo per ricordare persone, paesaggi, modi di vivere che hanno contraddistinto il nostro recente passato (indicativamente dagli anni ’30 agli anni ’90). La mostra è stata presentata attraverso un viaggio virtuale nella Gavello di allora dal titolo: “Street View nel passato: da Via Matteotti a Via Roma”. Inoltre, attraverso il voto dei presenti, sono state scelte le foto più belle della mostra.

locandinaVENERDI’ 19 MAGGIO presso la Piazzetta “AVIS – AIDO” di Gavello (Rovigo) lo scrittore Walter Lazzarin, in arte “Lo scrittore per strada”, ha presentato il suo libro “Il drago non si droga”. Lazzarin ha regalato un piccolo racconto che contiene tra le righe un gioco filosofico e ha presentato la storia di Giacomino che con il suo pupazzo Prezzemolo, il drago di Gardaland, scappa di casa per andare alla scoperta del mondo, senza i timori e i pregiudizi degli adulti.

Locandina costituzione 2017VENERDI’ 27 GENNAIO presso la sala polivalente “San Beda Junior” (piazza XX Settembre) il professor Luigi Costato ha tenuto una conferenza su problematiche di legalità internazionale. La serata, organizzata dal Comune di Gavello in collaborazione con la Provincia di Rovigo, l’associazione “Viva la Costituzione” ed il Comitato di Gestione della Biblioteca Comunale, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo rientra all’interno del progetto di divulgazione e formazione “Conosci la Costituzione 2016/2017″. Al termine della manifestazione è stata consegnata ai diciottenni residenti nel Comune di Gavello una copia della Costituzione Italiana.  

ilfiumeIn occasione della Giornata della Memoria, GIOVEDI’ 26 GENNAIO, presso la sala di lettura della Biblioteca Comunale di Gavello Maria Chiara Fabian dell’associazione culturale “Il Fiume” ha presentato il libro scritto con Alberta Bezzan “…Siamo qui solo di passaggio. La persecuzione antiebraica in Polesine 1941-1945″. La ricerca sulla presenza e sulla vita degli Ebrei internati nel Polesine, iniziata a luglio 2011, ha consentito di raccogliere un’enorme mole di documenti in tutta la Provincia di Rovigo, a partire da uno scritto di Werner Schloss, un viennese che fu internato a Fiesso Umbertiano coi genitori, prima di essere deportato ad Auschwitz. Dai documenti di archivio e dalle testimonianze è riemersa la storia di persone costrette a lasciare il proprio paese, la propria lingua, le abitudini, le abitazioni, la scuola… Sono storie spesso di dolore, ma anche di speranza, in particolare quando raccontano di legami di amicizia che si crearono tra Ebrei e non Ebrei residenti in Polesine. La manifestazione è stata organizzata dal Comitato di Gestione della Biblioteca in collaborazione con l’associazione “Il Fiume”.

EVENTI 2016

Dal 27 MAGGIO al 12 GIUGNO la Biblioteca Comunale di Gavello in collaborazione con l’UP Gavellese ha allestito una mostra dal titolo “Gavello e la passione per lo sport”, in cui sono state esposte alcune foto delle diverse attività sportive svolte ngli anni in paese. Molto apprezzate le varie sezioni dell’esposizione come le gare ciclistiche, le pesche sportive e la tradizionale e immancabile attività calcistica.

Presi a Caso logoVENERDI’ 22 APRILE, presso la Sala Parrocchiale Polivalente “San Beda Junior”, in occasione della Festa della Liberazione, il Comitato di Gestione della Biblioteca Comunale di Gavello in collaborazione con il Comune di Gavello e la Parrocchia “Beata Vergine delle Grazie” ha presentato il documentario “Presi a caso”, realizzato dagli autori rodigini Alberto Gambato e Laura Fasolin. L’iniziativa era inserita nell’ambito delle manifestazioni programmate per ricordare la festa del 25 Aprile.

EVENTI 2015

Locandina tour virtuale expoVENERDI’ 11 DICEMBRE 2015 la Biblioteca di Gavello ha organizzato un Tour Virtuale dell’evento “Expo Milano 2015″ attraverso foto, video, curiosità e racconti degli amici gavellesi che hanno visitato l’esposizione. La serata ha avuto un discreto successo ed erano presenti diversi giovani di Gavello. Le persone che nei mesi precedenti avevano visitato l’esposizione universale milanese hanno collaborato mettendo a disposizione il proprio materiale audiovisivo che poi è stato assemblato ed è stato creato un CD che è rimasto a disposizione della Biblioteca e dei suoi iscritti.

EVENTI 2014

VENERDI’ 28 FEBBRAIO 2014  presso la Sala di Lettura della Biblioteca Comunale di Gavello (Piazza XX Settembre, 1) il giornalista e scrittore Daniele Poto ha presentato il dossier “Azzardopoli. Il paese del gioco d’azzardo. Quando il gioco si fa duro le mafie iniziano a giocare.”, che fornisce un ricco e dettagliato ritratto del gioco d’azzardo legale ed illegale in Italia, primo Paese europeo nel settore, il terzo al mondo, che nasconde, nel caso del gioco illegale, una realtà criminale consistente.

Azzardopoli 28 02 14

L’incontro, organizzato dal Comitato di Gestione della Biblioteca Comunale sulla lotta al gioco d’azzardo, è stato presentato da Andrea Campadelli e ha visto la partecipazione di Daniele Poto, autore del dossier “Azzardopoli” e di Roberto Tommasi, coordinatore di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” Rovigo. Il giornalista Daniele Poto, ha scattato un’istantanea allarmante sul ruolo delle mafie nel settore dei giochi illegali che non rappresenta solo un canale di riciclaggio ma che è diventato per i boss una “gallina dalle uova d’oro” per moltiplicare i profitti. Si è inoltre soffermato sul ruolo dello Stato nell’espansione delle slot machines e delle videolotteries negli ultimi anni e sulle lobby che impediscono una regolamentazione del sistema. E’ stato anche dimostrato che vi è una forte correlazione fra la crescita del gioco in Italia e la crisi economica e un ruolo significativo nell’affermarsi del gioco d’azzardo è svolto dalla pubblicità e dai testimonials famosi. Roberto Tommasi ha invece fotografato il rapporto tra i cittadini polesani ed il gioco d’azzardo. Al termine della serata, Daniele Poto è rimasto molto soddisfatto per la presenza del Sindaco Ampelio Spadon e della Giunta quasi al completo che si è dimostrata molto sensibile alla tematica.

BABILONIA 2013

Babilonia 3Sabato 14 settembre 2013 si è svolta a Gavello la XVIII^ Edizione della manifestazione “Babilonia – gente e cultura del mondo”. Presentata da Andrea Campadelli, ha visto la partecipazione di Giovanni Stefani, dell’associazione “Amnesty International” di Rovigo e Marco Cortesi, che ha proposto il suo ultimo lavoro, il film documentario “L’esecutore”.  Il lungometraggio è basato su uno dei temi più turpi della società contemporanea: la pena di morte: è infatti incentrato sulla terribile storia della ghigliottina ripercorsa attraverso gli occhi dell’ultimo boia di Francia: paese in cui la ghigliottina cessò di decapitare esseri umani solo nel 1981. Nel dibattito, al quale ha partecipato anche il pubblico presente in sala, Marco Cortesi ha spiegato le ragioni che lo hanno portato a scrivere questa storia e le motivazioni per le quali è ancora importante lottare contro la pena di morte. Cortesi ha infatti ricordato che 140 Paesi nel mondo sono abolizionisti, mentre quelli mantenitori 58, tra i quali figurano anche Stati Uniti e Cina. È stato inoltre ricordato che in Italia la pena di morte è stata abolita nel 1947, 34 anni prima della Francia e 54 prima della Città del Vaticano. Stefani ha discusso sull’operato di “Amnesty International” per l’abolizione della pena di morte nel mondo. Al termine della serata Piergiorgio Spadon dell’associazione “Time4life” ha invitato il pubblico presente a finanziare i progetti per raccogliere medicinali ed altri materiali di sostegno per la popolazione siriana colpita duramente dalla guerra. 

I commenti sono chiusi.